Il peperone fa parte della famiglia delle Solanacee, genere Capsicum, che comprende anche il peperoncino; è tipicamente un ortaggio estivo, come ci suggeriscono i suoi colori vivaci, ma ormai viene coltivato negli orti di tutto il mondo, questo lo rende facilmente reperibile in qualsiasi stagione. Vista la sua larga diffusione, il peperone è protagonista di numerosi piatti della tradizione culinaria del mondo, dalla peperonata siciliana alle fajitas messicane e molto altro. Nonostante la sua larga diffusione, il peperone è originario del Sud America, venne importato in Europa insieme ad altri frutti e ortaggi nel XVI secolo, si suppone che la primitiva area di origine sia il Brasile, ma all’arrivo dei conquistatori il peperone era già largamente diffuso in molte delle sue varietà in America centrale.

La differenziazione del peperone non è soltanto identificata dal colore rosso, giallo o verde, ma anche dalla forma, può essere quadrangolare, allungata o troncata. Il peperone è ricco di vitamina C, anche più degli agrumi se consumato crudo, grazie alla forte presenza di questa vitamina è antiossidante; il peperone è la bacca che ne contiene di più rispetto al suo peso. Estremamente rilevante è anche la presenza di betacarotene, soprattutto nella varietà di colore rosso, inoltre contiene varie vitamine del gruppo B. Il peperone contiene molti sali minerali, principalmente potassio, ferro, magnesio, calcio. Il consumo di questi ortaggi, soprattutto nella stagione estiva, aiuta a reintegrare l’acqua, essendone composto al 92%.

Il peperone, nonostante le sue proprietà benefiche, risulta indigesto per alcune persone, questo può accadere per due motivi: il primo è causato dalla presenza di cellulosa sulla buccia, noi esseri umani non la scindiamo come gli erbivori e di conseguenza se si consuma questo ortaggio in grandi quantità risulta indigesto. Il secondo motivo deriva dalle abitudini alimentari odierne, vengono consumati troppi prodotti della famiglia delle solenacee (patate, pomodori e melanzane), queste contengono la solanina, una sostanza che se consumata in elevate quantità può diventare addirittura tossica ed il nostro corpo ne diventa intollerante, rifiutandone anche la digestione.

Il peperone è il protagonista di una famosa fiera piemontese che si svolge a settembre, la “Sagra del Peperone” di Carmagnola, un evento importante, non solo per la valorizzazione di un prodotto tipico del territorio, ma anche per la conservazione della tradizione piemontese grazie alle rievocazioni dei gruppi Folkloristici.

Comments

comments