Il tuo fruttivendolo online: un modo per sapere qualcosa di più su come fare la spesa! In che modo? Ad esempio, conoscendo le proprietà nutrizionali della frutta e della verdura che acquisti al mercato. Per cominciare tonico l’anno nuovo, il mese di gennaio regala un trio davvero ricco di vitamine: broccoli, cavolfiori, arance.

Saaaalute!! (Fonte: Creafrancibb.it )

Saaaalute!! (Fonte: Creafrancibb.it )

Il primo dei tre non è certo una novità di questo mese: infatti, il broccolo viene raccolto la prima volta in ottobre, per poi crescere a più riprese fino a primavera (fino a quando cioè non spuntano i primi fiori dell’anno nuovo). E’ una verdura ideale da consumare durante tutto il periodo dei raffreddori: oltre alla vitamina A (che aiuta la vista), dà una buona dose di vitamina C contro i mali di stagione.

Tutte vitamine che potrai cucinare, per esempio, in una classica pasta coi broccoli. Magari con una spruzzata di vino bianco, mentre saltano in padella con un filo d’olio. Oppure in un gratin di broccoli:

  • sbollenta le verdure,
  • sistemale  su un vassoio,
  • immergile  in latte, parmigiano e pangrattato
  • e inforna fino a quando non raggiungono la doratura giusta.

 

Pasta & salute (Fonte: Trashic.com)

Pasta & salute (Fonte: Trashic.com)

 

Oppure in insalata: una volta cotti, i broccoli sono buonissimi conditi con la vinaigrette.

Occhio solo che i broccoli che cucini siano freschi: quando li acquisti, assicurati che siano chiusi, compatti e verdi (in caso contrario, non si tratta di verdura fresca). Essendo poi una pianta che deperisce in fretta, i broccoli vanno consumati il prima possibile: 3 o 4 giorni al massimo.

Sempre lungo è il periodo di coltivazione del cavolfiore: in questo caso da ottobre a maggio, anche se la varietà migliore è quella di gennaio-febbraio.

Anchequi, ecco un vero e proprio tripudio di vitamine:  A, B1, B2, C, K, PP. Ma non solo, dato che nel cavolfiore sono presenti anche sali minerali quali calcio e potassio: è facile quindi immaginare, oltre ai benefici per vivere gennaio in salute, anche le energie che dà il cavolfiore per un’attività sportiva svolta al meglio.

 

Loro hanno i sali giusti. In zucca e nelle vene (Fonte: Pierolacorazza.it )

Loro hanno i sali giusti. In zucca e nelle vene (Fonte: Pierolacorazza.it )

 

Ora, per cucinare il cavolfiore non mancano certo le ricette: un’idea è cuocerlo in forno con besciamella e parmigiano. O se vuoi una ricetta più sfiziosa, cucinati delle crocchette di cavolfiore al forno.

Infine, dopo primo e secondo, la frutta: una arancia, che a gennaio arriva ancora matura e brillante. Inutile parlare delle sue proprietà contro i malanni: è quasi proverbiale la sua ricchezza di vitamica C.

In più, fatto non da poco, l’arancia è un frutto fortissimo per un peso forma e contro l’invecchiamento. Nel primo caso, la sua azione benefica è dovuta al fatto di risultare nutriente pur consistendo per l’80-90% di acqua (ma con una ricchezza di fruttosio e sali minerali): il suo contriuto calorico è di sole 40 kcal per 100 grammi.

Per quello che riguarda la sua funzione anti-age, questa è dovuta principalmente al fatto di essere una fonte sicura di antiossidanti contro i radicali liberi. E oltre a tutto questo, l’aiuto dell’arancia non manca neanche come stimolo alla diuresi (quindi, alla depurazione dalle scorie del corpo).

Infine, perché gustarla unicamente a fine a pasto sotto forma di spremuta? Esistono anche ricette un poco più “ardite”, quali la zuppa al sapore di arancia. Un esempio? Clicca qui.

 

L’inverno passa… Tu non smettere di cucinare!! (Fonte: Fabriziodefabritiis.blogspot.com )

L’inverno passa… Tu non smettere di cucinare!! (Fonte: Fabriziodefabritiis.blogspot.com )

 

Immagine in evidenza: Il tuo fruttivendolo online (Fonte: Norio.NAKAYAMA)

Comments

comments