Zest di Carignano (PAT): scorze candite di arancia, originarie della zona di Carignano (Torino). Gli Z. di C. hanno la forma di stretti spicchi, lunghi quanto le dimensioni del frutto da cui sono tratti. Sono composti esclusivamente da scorze di arancia e da zucchero. Si ritiene che siano i veri antenati di tutti i canditi, tanto che sono citati in una lettera che Bianca di Monferrato scrisse nel 1516 dal suo castello di Carignano al Duca di Savoia Carlo III (1486-1553): “Je vous enuoye par mon esceuyer francois présent porteur un peu de coudognat et gestes que jais fait ces jours passes” (Vi invio attraverso il mio scudiero francese latore della presente un po’ di cotogne e di zesti che ho preparato nei giorni scorsi). Questo dolciume, dopo alterne vicende (scomparvero durante la prima metà del XVI secolo), ricomparve alla metà e negli ultimi anni del XVII secolo ed al principio del XVIII secolo, quando il Piemonte poté godere di un periodo di pace, ad opera di un confetturiere piemontese che ne ha descritto la ricetta destinata, poi, ad arrivare fino ai giorni nostri.

CreativeMinds WordPress Plugin Super Tooltip Glossary

Comments

comments