Pasta Alimentare: le principali categorie previste dalla normativa vigente sono Pasta, Pasta all’Uovo e Pasta Fresca. Per la Pasta sono previste le denominazioni Pasta di Semola di Grano Duro e Pasta di Semolato di Grano Duro per quei prodotti ottenuti dalla trafilazione, dalla laminazione e conseguentemente dall’essiccamento di impasti preparati rispettivamente ed esclusivamente con semola di grano duro ed acqua e con semolato di grano duro ed acqua. La Pasta all’Uovo deve essere prodotta esclusivamente con semola e almeno quattro uova intere di gallina, prive di guscio, per un peso complessivo non inferiore a 200 grammi di uovo per ogni chilogrammo di semola. Le Paste Fresche sono quelle da vendersi sfuse aventi una umidità non inferiore al 24% ed una durabilità non superiore a cinque giorni dalla data di produzione. E’ consentito, oltre all’uso di farina di grano tenero, anche l’utilizzo di altre farine e di altri ingredienti (verdure e ripieni vari) e, nel caso di produzione di pasta fresca all’uovo, è consigliato l’uso di uova fresche non pastorizzate. Tra le paste fresche tradizionali piemontesi possiamo ricordare i Tajarin, gli Agnolotti ed i Plin.

CreativeMinds WordPress Plugin Super Tooltip Glossary

Comments

comments