Lardo (PAT): pannicolo adiposo sottocutaneo del dorso e delle pareti addominali del maiale, in commercio a pezzi, con o senza la cotenna (vedi cotica) dell’animale. Pu  essere fresco o conservato sotto sale (con la salatura si riduce a circa un terzo del suo peso), anche affumicato o variamente aromatizzato con spezie, ginepro ed altre piante aromatiche. Il L. ha una lunga tradizione produttiva sul territorio piemontese, dove un tempo veniva utilizzato prevalentemente come condimento; successivamente, si è diffuso il suo impiego come antipasto, sotto forma di fette sottili o come ingrediente in varie preparazioni culinarie. Si pu  consumare anche come dolce, disteso in fette sottili su pane cui si aggiungono castagne, burro e miele. Tra le varie preparazioni si possono ricordare il “Lardo al Rosmarino” ed il “Lard d’la Doja”, prodotto in una giara di terracotta (vedi anche doja) con l’aggiunta di sale, spezie e bacche di pino mugo.

CreativeMinds WordPress Plugin Super Tooltip Glossary

Comments

comments