Fritto Misto alla Piemontese: piatto tipico della tradizione piemontese. L’antica cucina piemontese è un misto di cucina povera e di cucina di Corte, costituita da piatti apparentemente semplici, ma in realtà ricchi di proteine e di grassi per proteggere dal freddo e ritemprare dalle fatiche, dai gusti forti e pieni, che sfruttano sempre fino in fondo i prodotti del territorio. Il F. M. alla P. permette infatti di recuperare secondi tagli e frattaglie di macelleria per preparare un piatto ricco e saporito, degno della Corte Ducale dei Savoia. In origine il Fritto Misto annoverava tra gli ingredienti i sanguinacci, il polmone (fricassà bianca) ed il fegato (fricassà neira). Col tempo si è arricchito di nuovi ingredienti e numerose sono le versioni a seconda della zona di preparazione. Ad essere impanati e fritti sono in genere carni (agnello, pollo, vitello), frattaglie (fegato, animelle, cervella), funghi, rane, verdure (carciofi, cardi, zucchine, cavolfiori), Amaretti, semolini dolci, Baci di Dama e mele renette. Per i dolci si usa un’impanatura di uova, marsala e pane pesto. Per il salato, farina, uova, pane pesto. Ogni ingrediente va fatto friggere a parte in olio bollente e deve essere servito ben caldo.

CreativeMinds WordPress Plugin Super Tooltip Glossary

Comments

comments