Elisir: termine anticamente usato in liquoreria per definire, i liquori più pregiati o almeno un tempo considerati tali. Tra gli E. tradizionali piemontesi ricordiamo l’Elisir d’Erbe Barathier (PAT), l’Elisir del Prete (PAT) e l’Elixir delle Alpi (PAT). L’Elisir d’Erbe Barathier è prodotto a Pomaretto (Torino). E’ un liquore con un titolo alcolometrico di 20% vol, dal gusto fine e gradevolmente amaro. Il colore del liquore pu  variare dal marrone scuro, ottenuto aggiungendo piccole quantità di zucchero caramellato, al giallo chiaro. La versione scura è quella originaria, preferita dai consumatori, ma da alcune decine di anni è stata prodotta la versione chiara, in cui non viene aggiunto il caramello. L’Elisir del Prete è prodotto a Pinerolo (Torino). E’ un liquore dal colore ambrato ed ha un titolo alcolometrico di 50% vol. Gli ingredienti utilizzati per la sua preparazione sono alcol, acqua, piante aromatiche (genziana, assenzio romano, genzianella, menta, artemisia mutellina etc.) e spezie (chiodi di garofano, cannella, coriandolo, china calissaia etc.). L’Elixir delle Alpi è prodotto a Pinerolo (Torino). E’ un liquore dal colore ambrato, dal gusto amaro fortemente speziato ed un titolo alcolometrico di 28% vol. Gli ingredienti per la sua preparazione sono alcol, acqua, erbe alpine (angelica, arnica, timo, maggiorana, melissa, genziana etc.) e spezie (mirra, cannella, macis etc.).

CreativeMinds WordPress Plugin Super Tooltip Glossary

Comments

comments