Bicciolani (PAT): sottile biscotto avente forma rettangolare, la cui dorata superficie è caratterizzata dalla presenza di numerose striature parallele. E’ peculiare della città di Vercelli. La fragranza dei B. ricorda la pasta frolla dalla quale, tuttavia, il sapore si discosta nettamente essendo presenti numerose spezie nel loro impasto. La composizione dei B. può  leggermente variare a seconda del pasticcere, ma, generalmente, essi contengono farina di frumento, talvolta fecola di patate o farina di mais, zucchero, burro, uova e spezie (chiodi di garofano, coriandolo cannella, macis, vaniglia, noce moscata e pepe bianco). Taluni artigiani pasticceri sostituiscono e/o aggiungono alcune delle citate spezie con cardamomo e pepe nero. In alcune pasticcerie, si può trovare anche una variante dei B. al cioccolato ed una varietà profumata al limone. Sull’origine dei B. non vi è concordanza di fonti. Alcuni autori li fanno risalire addirittura al periodo rinascimentale, quando alla pasta frolla preparata tradizionalmente si aggiunse una speciale e preziosa miscela di spezie, tra le quali si distingueva la cannella, capace di donare un sapore particolare. “Il Bicciolano” è anche una delle maschere del Carnevale di Vercelli.

CreativeMinds WordPress Plugin Super Tooltip Glossary

Comments

comments